fabbrica meraviglie
Pensiero Terra Mia
 
Interventi e pubblicazioni inerenti l'orizzonte teorico di Terra Mia
(1)
ASG-Terra Mia è innanzitutto una lunga storia di pensiero, di produzione di conoscenza, ricavata principalmente attraverso il metodo scientifico della Ricerca-Intervento (o Ricerca-Azione) secondo l'orientamento teorico aperto da K. Lewin.
L'ooservazione partecipata nel lavoro terapeutico ha ispirato l'altra parte del lavoro teorico.

Le acquisizioni e le tappe di questo sviluppo del pensiero sono state raccolte principalmente nella bibiografia di Domenico Cravero, fondatore e ispiratore dell'ASG e di Terra Mia.

Terra Mia  Domenico Cravero
Terra, cibo, vita  Mimesis, 2019 

Degrado ambientale, crisi dei legami sociali e peggioramento della salute mentale sono conseguenze del medesimo riduzionismo. Attraverso l'attività agricola si possono promuovere azioni terapeutiche e moltiplicare percorsi d'inclusione. Il contatto con piante e animali, insieme all'educazione ambientale e alimentare, può affiancare le terapie mediche e psicologiche, e l'esercizio abilitativo. A ispirare il lavoro curativo della terra ci sono solide teorie, che hanno già procurato importanti conquiste psicoterapeutiche e sociali. L'agricura integra in modo ragionato e coerente l'intervento clinico oppure abilitativo con specifiche attività agricole.

 

Terra Mia  Domenico Cravero
Lievito nella pasta Messaggero, 2018 

La città contemporanea è un "nuovo spazio antropologico", del quale l'esperienza religiosa, e specificatamente quella cristiana, non costituisce più un ingrediente essenziale. I due saggi, qui raccolti si pongono proprio dinanzi a un tale nuovo volto della città e alle nuove forme di cittadinanza, privata e collettiva, che in essa vengono alla luce.

 

Terra Mia  Domenico Cravero
Vivere rinascendo Messaggero, 2017 

Dare alla luce un figlio, oggi più che mai nella storia dell'umanità, esalta alcuni tratti dell'esperienza umana che sono essenziali nel vitalizzare una cultura stanca e demotivata. I nuovi genitori, che si preparano alla celebrazione del battesimo, possono diventare i pionieri e le avanguardie di questa rinascita culturale e rigenerazione spirituale.

 

Terra Mia  Domenico Cravero
Dono, Messaggero, 2016 

Nella nostra vita abbiamo tutti ricevuto: vita, cure, attenzioni, istruzione, sguardi, amore. Noi viviamo del dono degli altri. C’è chi mette in dubbio che gli uomini siano veramente capaci di gratuità. Effettivamente i nostri doni sono tutti imperfetti. Eppure nelle nostre relazioni ci sentiremmo traditi se ricevessimo qualcosa di meno della gratuità, se percepissimo nei gesti della cura un secondo fine. Il dono è una scelta semplice, ma tiene aperte le domande più importanti: Cos’è una società giusta? Cos’è la felicità? Cos’è l’autentica ricchezza? Come dobbiamo vivere?


Terra Mia  Domenico Cravero
Vulnerabilità, Messaggero, 2015 

La vulnerabilità è la base stessa della vita, è la condizione che appartiene a ogni individuo. Non è facile accettarci così. Ci vuole una vita intera per riconoscerci impotenti e vulnerabili. In questo libro l'autore suggerisce un cammino di ricerca e sperimentazione che riconosce nei legami il rimedio più efficace alla vulnerabilità: perché proveniamo da altri, grazie agli altri possiamo uscire da noi stessi, sopportare le nostre debolezze e cercare di alleggerire quelle altrui.

 

Terra Mia  Domenico Cravero
Cantare la terra, Effatà, Cantalupa, 2015 

La buona agricoltura si vede dal buon cibo, si odora nei suoi profumi, si sente nella sua fragranza. È possibile trasformare il mondo attraverso la buona tavola e farne un’esperienza di umanizzazione e anche di civiltà.
Del lavoro della terra si è alimentata la poesia, e anche la musica. Un tempo, mentre si lavorava, si cantava. Oggi è urgente creare, con fantasia e originalità, un corredo di pratiche, di tradizioni, di riti per intrecciare la fatica dei campi a momenti di pausa, di respiro, di allegria, perché lavoro e affetti si ricongiungano e l’uso della tecnologia sia riportato a ordini più elevati di esperienza.
Si apre all’agricoltura un futuro di responsabilità. Le nuove generazioni possono cogliere le opportunità che l’agricoltura offre, perché hanno uno straordinario potenziale di energie.

 

Terra Mia  Domenico Cravero
Prendersi cura dell'amore, LDC, Torino, 2015 

Obiettivo di questo sussidio è il riconoscimento dell'amore come lo si vive in famiglia nel patto coniugale tra la donna e l'uomo: nella relazione educativa con i figli, nel mondo vitale che si costruisce in casa e nella famiglia allargata, nella rigenerazione sociale di cui la famiglia è uno degli attori. Il volume affronta le tematiche più importanti e "scottanti" su cui le coppie devono confrontarsi: dall'amore alla sessualità, dalla coniugalità alla genitorialità, dal matrimonio alla coppia di fatto e alla coppia omosessuale, dalla fedeltà al nichilismo. In queste schede per la formazione attiva degli adulti gli stimoli per la ricerca in gruppo s'intrecciano con gli spunti della "Relazione" del Sinodo sulla famiglia tenutosi nel 2014.

 

Terra Mia  A tavola come all'altare, Messaggero, 2014 

C'è una speranza per dare nuovo impulso a una ritualità umana, semplice e spontanea, che possa poi divenire liturgica? Luogo naturale dell'iniziazione al rito sono le esperienze affettive, familiari e comunitarie. Nella chiesa domestica, l'amore è sperimentato nelle forme più immediate e concrete: nella vita coniugale e nell'educazione dei figli, gli sposi compiono atti di culto, celebrano una liturgia propria e originale. La via può essere allora riscoprire, curare e riproporre i piccoli riti quotidiani per diventare capaci di celebrare il grande rito domenicale. E viceversa: celebrare il rito domenicale con una cura e un'intensità di fede tali da rigenerare anche i riti quotidiani dell'amore familiare.

 

padri e madri  Domenico Craveroo
Padri e madri insieme (2), Messaggero, 2012 

Lo scenario contemporaneo non offre solo motivi di preoccupazione e di possibile impoverimento dell'esperienza umana. È anche un laboratorio dove si sperimentano nuove sensibilità, una palestra dove prendono forma e si rinforzano, in termini nuovi e impegnativi, i valori della persona. L'amore instaura legami che, nella maturità affettiva, non soggiogano ma si adattano alla condizione della persona amata, in un continuo e incessante sforzo di incontro e di conoscenza dell'altro.

 

alimentare  Domenico Cravero
Alimentare il corpo, nutrire l'anima, Messaggero, 2013 

Una riflessione sull'atto del condividere il cibo, molto più che una quotidiana necessità. A tavola si fa esperienza di compagnia e umanizzazione, e i commensali possono divenire pane uno per l'altro. Sono numerosi e tutti importanti i valori personale e sociali che si possono vivere a tavola

 

  Domenico Cravero
Abbiamo iscritto nostro figlio al catechismo, noi che cosa possiamo fare? LDC, 2014 

La catechesi come laboratorio di vita che si rivolge ai genitori a partire dai bambini e i ragazzi "iscritti" alla catechesi parrocchiale


  Domenico Cravero
La croce, Ldc, 2014 

Sussidio liturgico costituisce un contributo alla pastorale liturgica delle nostre comunità cristiane. Liturgia e devozione si mescolano e si intrecciano fino a tessere un programma rituale che accompagna la preghiera attorno al mistero della croce nel cammino dell'Anno liturgico.

 

solitudine  Domenico Cravero
L'educazione alla solitudine, Messaggero, 2012 

Come affrontare le nuove solitudini di oggi e come fare della solidarietà il punto di riferimento per promuovere lo sviluppo morale della società.

 

discoteca  Domenico Cravero
Educare il desiderio, Messaggero, 2012 

Prendere coscienza del desiderio a partire dal sentimento dell'amore: un libro chiaro e intuitivo per comprendere meglio l'educazione del desiderio

 

discoteca  Domenico Cravero
Nel cuore della vita, Messaggero, 2012 

Si può imparare ad amare anche da adulti, quando la personalità è già formata? L'esperienza e la riflessione di numerosi contemporanei ha intravisto una risposta nella disponibilità al dono gratuito di sé, nel servizio senza tornaconto verso il prossimo. Il dono si annuncia, quindi, come un'esperienza carica di promessa. Ma quali sono le sue condizioni essenziali? Dove nasce? L'individualismo moderno non ne ha inaridito la sorgente? Un libro per ritornare ad amare noi stessi e i nostri affetti attraverso la logica del dono.


  Domenico Cravero
terra mia Il mondo magico del bambino, base LDC, 2012 

Sussidio base. Un percorso parrocchiale di catechesi 0-6 anni. Con l'albo dei disegni un libro di Domenico Cravero Un sussidio per accompagnare i genitori verso la celebrazione del Battesimo dei figli e soprattutto nella fase della "mistagogia" (il dopo Battesimo): un momento importante per ricominciare un discorso di fede con gli adulti. Scopo di questa catechesi familiare è di avvicinare il maggior numero di genitori con figli di 0-6 anni per creare percorsi di formazione e di celebrazione, e stabilire un incontro reale tra comunità parrocchiale e nuove famiglie. Oltre a questo "Sussidio base" con la presentazione del percorso e indicazioni pratiche per la sua realizzazione, è disponibile un "Testo di approfondimento per i catechisti e per i genitori".

 

Terra Mia  Domenico Cravero
Il mondo magico del bambino,approfondimento  LDC, 2012 

Testo di approfondimento per i catechisti e per i genitori. Un percorso di catechesi 0-6 anni un libro di Domenico Cravero Un sussidio per accompagnare i genitori verso la celebrazione del Battesimo dei figli e soprattutto nella fase della "mistagogia" (il dopo Battesimo): un momento importante per ricominciare un discorso di fede con gli adulti. Scopo di questa catechesi familiare è di avvicinare il maggior numero di genitori con figli di 0-6 anni per creare percorsi di formazione e di celebrazione, e stabilire un incontro reale tra comunità parrocchiale e nuove famiglie. Questo "Testo di approfondimento per i catechisti e per i genitori" con suggerimenti e materiali per trasmettere la fede ai bambini in famiglia, completa il "Sussidio base", con la presentazione del percorso e indicazioni pratiche per la sua realizzazione.

 

discoteca  Domenico Cravero
Organizzare la speranza, LDC, 2011 

C'è passione per l'educazione là dove si coltiva la speranza. Se la speranza si affievolisce, se i valori si oscurano, l'educazione non può neppure essere pensata. In questo campo, comunque, l'appello generico alla speranza e il riferimento astratto ai valori non sono di alcuna utilità. La speranza deve essere organizzata. Su questo argomento, l'autore ha raccolto nel volume la lunga esperienza maturata nel lavoro con le famiglie e nella pratica educativa e terapeutica del disagio giovanile, oltre che nel mondo della pastorale parrocchiale. La riflessione teorica è alternata con esempi e applicazioni sperimentate sul campo.

 

discoteca  Domenico Cravero
La pastorale centrata sull'affetto, Messaggero, 2012 

Un'accurata analisi del cambiamento delle relazioni affettive, familiari e sociali e una proposta di un percorso pastorale innovativo e concreto per dare centralità alla pastorale matrimoniale, lasciando intravvedere come la catechesi sia il banco di prova della parrocchia rinnovata.

 

padri  Domenico Cravero
Padri e madri insieme (3ed), ed. Dehoniane, Bologna 2002, 2005 

I genitori  oggi sono in difficoltà: vedono che la società va in direzione opposta ai valori nei quali vorrebbero educare i figli; soffrono perché l’organizzazione della giornata separa figli e genitori, e il tempo di stare assieme è sempre meno; non capiscono la cultura dei ragazzi e la sentono sempre più distorta.

 

discoteca  Domenico Cravero
Ripartire da Cristo, Messaggero, 2012 

Una proposta concreta e innovativa per la catechesi di adulti e ragazzi. Una riflessione che coglie le sfide della società attuale, propone percorsi e applicazioni concrete e note di metodo.

 

speranza genitori Domenico Cravero
Una speranza per i genitori, ed. Effatà, Cantalupa 2007

In questo nostro tempo complesso, la crisi della famiglia si è fatta ancor più evidente: l’individualismo domina, l’aspettativa di un cambiamento sociale si è affievolita, i problemi e le difficoltà con cui genitori e figli si scontrano ogni giorno sembrano farsi sempre più grandi. Riscoprire la cultura dei legami, il codice dell’amore, l’educazione basata sulla trasmissione di valori, muovendosi lungo la linea delle ritualità familiari, quei riti indimenticati che uniscono immanenza e trascendenza, che fanno si che ogni gesto, simbolo, relazione divenga traccia dell’Altro, autentica occasione di crescita interiore.

 

strada Domenico Cravero
Ritornare in strada, ed. Effatà, Cantalupa, 2009

Il lavoro di strada, presentato in questo testo, è descritto non solo come accompagnamento solidale, come advocacy ed empowerment, ma anche come opera di produzione culturale. L’obiettivo della promozione delle capacità dei ragazzi e dei giovani, il sostegno al loro protagonismo, viene cioè cercato nella possibilità di realizzare degli eventi di auto espressione giovanile in vista di un pubblico riconoscimento del valore e delle condizioni di vita delle persone incontrate in strada.

 

discoteca  Domenico Cravero
Se tuo figlio in discoteca (2ed), ed. Dehoniane, Bologna 1998, 2005 

I giovani  e la discoteca: una descrizione della realtà e una riflessione su di essa. Le discoteche sono vissute o come una liberazione paradisiaca e totale o come un incubo minaccioso ed eccessivo.

discoteca  Domenico Cravero
Ragazzi che ce la fanno, ed. Effatà, 2006

 

L'adolescenza non è solo un groviglio di problemi e di imprevisti; rimane tutt'ora la bell'età di chi cresce ponendo le basi della futura maturità. Appassionandosi all'adolescenza, genitori, educatori e insegnanti hanno tutto da guadagnare: l'adolescenza è il laboratorio del nuovo che emerge. Questo libro può essere uno strumento per genitori ed educatori che non si danno per vinti ma si pongono in modo attento e appassionato a tutto ciò che facilita il comportamento efficace delle nuove generazioni.

 

  fascino della notte Domenico Cravero
Fascino della notte, paura del giorno, ed. Dehoniane, Bologna 2001

L’indagine sul vasto uso di droga da parte dei giovani porta l’autore e individuare quale è la cultura di orientamento per le giovani generazioni. Su questo quadro è possibile costruire delle pratiche educative come risposta al fascino delle droghe.

 

corpi allo specchio Domenico Cravero
Corpi allo specchio, ed. Dehoniane, Bologna 2006 

Questo volume è nato dalla voglia di incontrare e capire quei luoghi dove, più che altrove, prendono forma  impulsi e desideri, emozioni e comportamenti quotidiani fuori dagli obblighi della scuola e del lavoro, ma non fuori dal controllo sociale. Si tratta di vera libertà o di forme nuove della pressione alla conformità o del condionamento del mercato? L'ottica con cui si affronta questo interrogativo è prevalentemente educativa: come si sta trasformando la formazione nelle nostre società evolute? Come sono oggi compresi e ridefiniti i termini di un'antica pedagogia che si dava per sorpassata: la disciplina, il controllo, il dominio di sè? Quali sono i valori e le innovazioni che la persona può liberare, a partire dal suo corpo, nell'arco dell'età evolutiva in cui il corpo raggiunge il suo splendore ma anche sperimenta la fragilità psicologica?

 

io senza Dio Domenico Cravero
Un io senza Dio?, ed. Dehoniane, Bologna 2001

Il presente volume è stato scritto come logica conclusione di un altro testo sui giovani e sulla droga, intitolato Fascino della notte e paura del giorno. Giovani culture droghe ( EDB, Bologna 2001). In fascino della notte e paura del giorno si descrive il quadro psicologico e sociale sul quale interpretare la dipendenza dalla droga , qui si danno delle indicazioni pastorali come risposta possibile al problema. Il volume delinea percorsi educativi e forme di annuncio specifico, così che l’azione pastorale sia in grado di intercettare le domande di aiuto e di senso che i giovani, direttamente o meno, rivolgono e possa orientare verso quella Parola che è in grado di guarire e di salvare.

 

genitori Domenico Cravero
Genitori che crescono, ed. Effatà, Cantalupa, 2004

Questo libro si basa su un’esperienza diretta, più che ventennale, in comunità terapeutiche dove dei genitori sono accolti insieme ai loro figli nell’impegno quotidiano della riabilitazione e del reinserimento sociale, e ne trae indicazioni valide e illuminanti per ogni famiglia. Un’unica avvertenza: che si resista alla tentazione di separare, grossolanamente, la normalità dalla patologia, chi porta visibili i segni della condizione problematica e chi pensa di non averne.

 

liturgia Domenico Cravero  (a cura di)
Una riforma in cammino ed. Effatà, Cantalupa, 2007

A oltre quarant’anni dalla conclusione del Concilio Vaticano II, che ha ispirato la più grande riforma della liturgia nella storia del cattolicesimo, a che punto è la recezione della riforma liturgica? La Commissione Liturgica Regionale della Conferenza Episcopale Piemontese e della Valle d’Aosta ha cercato di rispondere a questo interrogativo promuovendo nel 2003 una ricerca-intervento che ha coinvolto le comunità parrocchiali delle diocesi interessate. I dati emersi dai questionari rivolti ai fedeli che frequentano l’eucarestia domenicale (questionario di opinione), ai parroci e ai fedeli laici impegnati nei gruppi liturgici, nel Consiglio Pastorale e nelle diverse attività pastorali (questionario di valutazione) sono stati successivamente rielaborati, a cura del Centro Studi Domenico Mosso.

 

discoteca  Domenico Cravero, Luca Gazzoni
Asciugherà ogni lacrima, Messaggero, 2012 

Proposte di celebrazioni per i defunti secondo il nuovo Rito delle esequie. Si indicano chiaramente ruoli e servizi propri dei laici in caso di lutto: la visita alla famiglia del defunto, la veglia di preghiera, la preghiera alla chiusura della bara, la processione e la celebrazione delle esequie in chiesa, l'accompagnamento al cimitero e la sepoltura. Scritto con Luca Gazzoni

 

 

  Domenico Cravero, Luca Gazzoni
Sui passi della madre, Queriniana, 2013 

Celebrazioni mariane liturgiche e popolari.

 

discoteca  Domenico Cravero,  Luca Gazzoni
Miserere, celebrazioni penitenziali, Messaggero, 2011 

Questo sussidio, pensato anche per comunità senza presbitero, propone sei celebrazioni penitenziali per i venerdì di Quaresima. Ognuna di esse nasce dalla meditazione su alcuni versetti del Salmo 51, il Miserere, che diviene un canto-rito, celebrato coralmente da tutta l'assemblea e capace di dare voce alla preghiera personale di ciascuno. Scritto con Luca Gazzoni

Domenico Cravero
Il piacere di vivere A.S.G. 1993
La metodologia terapeutica attraverso la lettura delle storie di vita.


Domenico Cravero
Regole di vita A.S.G. 1993
Testo di riferimento per lo stile di vita nelle comunità di accoglienza


 

ASG - Via Nizza 239, 10126 TORINO
C.F. 97528100015 - IBAN IT 70F0335901600100000135066 - Tel 3290982366
©2018 - All right reserved